Statuti delle associazioni da adeguare: accompagnamento alle associazioni.

Come sapete, il DECRETO LEGISLATIVO 3 luglio 2017, n. 117 - meglio noto come "Codice del Terzo settore”, obbliga le organizzazioni a precisi adeguamenti statutari entro la data limite del 03 agosto 2019.

Viste le preoccupazioni di molti associazioni nonchè la situazione di scarsa assistenza, lamentata da più parti, da parte dei CSV, e compatibilmente con la complessità degli adeguamenti statutari, il Direttivo del Coordinamento VIM ha concordato che potremo dare una mano nell’accompagnamento delle piccole associazioni alle modifiche statutarie derivanti dalla Riforma del Terzo Settore.
Tali modifiche sono da assumere con assemblea, generalmente ordinaria, quindi saranno da preparare per la vostra assemblea dei prossimi mesi. Si consiglia comunque di chiedere l’avvallo finale ad esperti o ai Centri di Servizio Volontariato della vostra zona.

Le modifiche che sono obbligatoriamente da apportare sono state specificate nel d.lgs. 3 agosto 2018, n.105 e nella circolare del MISE prot. 20 del 27.12.2018, che vi abbiamo già inviato.

In linea di massima per una delle Organizzazioni di volontariato come le nostre (ma le cose possono cambiare se trattasi di Aps, ecc), le modifiche statutarie obbligatorie, da approvare con modalità semplificate e con maggioranze deliberative ordinarie (quindi non con maggioranze qualificate di ¾ dei soci), per armonizzare gli statuti al nuovo Codice del Terzo Settore, sono le seguenti (con riferimento agli artt. del Codice):
Art. 4 Forma giuridica, principi generali, declinazione finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale dell’ente
Art. 5 Individuazione attività di interesse generale che costituiscono l’oggetto sociale
Art. 8 co.1 Destinazione del patrimonio
Art. 8 co. 2 Divieto distribuzione utili
Art. 9 Devoluzione del patrimonio in caso di estinzione o scioglimento
Art. 12 Denominazione sociale ETS
Art. 32 c. 3 Denominazione sociale ODV
Art. 13 c. 1-2 Bilancio: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti connessi
Art. 13 c. 6 Nel caso in cui si preveda lo svolgimento di attività diverse da quelle ex art. 5: menzione del carattere secondario e strumentale nei documenti di bilancio
Art. 14 co. 1 Bilancio sociale: individuazione degli organi competenti a porre in essere gli adempimenti
Art. 15 co. 3 Diritto in capo a soci/associati/aderenti di esaminare i libri sociali
Art. 17 Volontari
Art. Art. 23 co. 1, 2, 3 Ammissione dei soci
Art. 24 co. 1 Diritto di voto dei neoassociati
Art. 25 co. 1 Competenze assemblea
Art. 26, co. 1, 2 Organo di amministrazione
Art. 26 co. 7 Potere generale di rappresentanza e regime di conoscibilità di eventuali limitazioni.
Art. 30 Organo di controllo
Art. 30 co. 6 Attribuzione all’organo di controllo dei compiti di revisione legale dei conti
Art. 31 Revisione legale (per raggiungimento limiti dimensionali ed enti con patrimonio destinato)
Art. 32 co. 1 ODV: forma associativa, finalità e modalità di svolgimento delle attività (apporto prevalente dei volontari)
Art. 32 co. 2 Possibilità di associare altri enti del TS o senza scopo di lucro
Art. 34 co. 1 e 2 Ordinamento e amministrazione ODV

Contattateci per pareri e revisioni!