Primo Meeting Delle ONG/Associazioni Italiane Che Lavorano In E Per Il Madagascar – LUGLIO 2018: La Comunità Cooperante.

Premessa

Nel mese di Maggio, l’associazione Educatori senza Frontiere Onlus ha proposto al

Coordinamento VIM, la realizzazione di un evento che, nel 2018, riunisca in un grande incontro i

rappresentanti delle 181 associazioni attive che lavorano in diversi ambiti e settori d’intervento, in

Madagascar. La proposta è stata approfondita nel mese di luglio 2017 in una sessione di lavoro

congiunta con il presidente di VIM e ha portato a una prima bozza di programma del meeting, da

tenersi nella seconda metà del mese di luglio 2018, direttamente in Madagascar, approvata dal

Consiglio direttivo di VIM nella seduta del 02 settembre 2017.

 

Obiettivi

Scopo di questo meeting è quello di:

- permettere a tutte queste realtà in loco di conoscersi, condividere difficoltà e sogni, idee e

iniziative;

- riflettere insieme su quanto fatto fin qui, e sulle cose che si possono fare insieme (es.

Condivisione progetti);

- Incentivare una maggiore collaborazione tra le associazioni e le istituzioni pubbliche e

private e tra le associazioni stesse in loco;

- Coinvolgimento delle istituzioni italiane, adeguamento alle richieste di quelle malgasce.

- Riflettere insieme sulle problematiche della Grande Isola e sui risvolti della cooperazione;

- Farci conoscere dalle istituzioni nazionali e internazionali, sia pubbliche che private, e far

sentire la nostra voce;

- Testimoniare insieme i valori della cooperazione e del volontariato;

- Migliorare il nostro modo di fare volontariato;

- Darci prospettive future e programmazioni;

- Condividere best practices e scambiare esperienze;

- Definire protocolli e standardizzazioni; accreditamenti;

- Cercare visibilità;

- Cercare sostegno alle situazioni di difficoltà;

- Cercare il potenziamento con associazioni e ONG di altri Paesi europei.

 

Luogo: Centro ESF Ambalakilonga, Fianarantsoa. La scelta di realizzare l’incontro a

Fianarantsoa nasce dalle seguenti ragioni:

- La posizione della città al centro dell’Isola potrebbe agevolare sia chi arriva dal nord sia

chi arriva dal sud;

- Un certo numero di associazioni presenti e aderenti a VIM, tra cui Educatori senza

Frontiere cui si deve la prima proposta;

- Città più raccolta e meno caotica (nonché meno pericolosa) di Antananarivo dove, solo

per andare da Ivato al centro città, si impiegano fino a 3 ore;

- Minori costi di organizzazione per sistemazioni e luoghi per incontri, potendo contare su

alcune location gratis o a basso costo;

- Fianarantsoa si trova già sulla strada per il sud, quindi più invitante per coloro che

verranno dall’Italia, con possibile abbinamento meeting/prosecuzione viaggio al mare.

 

Quando: Luglio 2018

 

Organizzazione:

5 giorni per incontrarsi, riflettere, imparare, contaminarsi, progettare…. Ogni associazione

dovrebbe cercare di partecipare con almeno un paio di propri

rappresentanti, dall’Italia e dal Madagascar. Per l’organizzazione del Meeting si propone la

creazione di un’equipe di lavoro, una SEGRETERIA DI COORDINAMENTO, composta da:

• Un rappresentante del VIM

• Un rappresentante di EDUCATORI SENZA FRONTIERE

• Un rappresentante di REGGIO TERZO MONDO (Cecilia Pellicciari)

• Un rappresentante dell’ONG Leo Amici (Alessandro Greco)

• Un rappresentante di COPE (Andrea di Vincenzo)

Partecipazione: ogni associazione dovrebbe cercar di partecipare con almeno un paio di propri

rappresentanti, dall’Italia e dal Madagascar.

Si dovrà cercare di coinvolgere anche gli operatori economici in una specifica sessione, in un

percorso di reciproco coinvolgimento su temi di creazione di impresa etica.

 

ORGANIZZAZIONE GIORNATE (proposta che la segreteria organizzativa discuterà anche alla

luce dei contributi che arriveranno dalle diverse associazioni):

1° GIORNO Mattina

- Presentazione del Meeting e delle associazioni italiane che hanno aderito;

- Saluto delle Istituzioni locali;

- Sintesi attività e testimonianze di alcune associazioni italiane più rappresentative per area.

Pomeriggio

- Presentazione di un testimonial importante (ad esempio Pére Pedro).

2° GIORNO

Mattina

Forum per aree d’intervento

Presentazione delle aree tematiche:

- Educazione/istruzione/formazione/ cooperazione universitaria

- Salute/disabilità

- Agricoltura/Sicurezza alimentare

- Ambiente/Turismo

Lavori di gruppo per aree (condivisione dei lavori preparatori avviati da settembre 2017); Protocolli.

Testimonianze (programmate) delle associazioni maggiori.

 

3° GIORNO

Mattina

- Problemi e difficoltà delle associazioni e ONG che lavorano in Madagascar;

- La collaborazione a rete;

- La collaborazione con le altre organizzazioni;

- Gli Accord de siége;

 

- Il volontariato italiano: difficoltà e opportunità.

Pomeriggio

- incontro con rappresentanti di alcune Ong europee (francesi, spagnole, tedesche…)

- Servizio civile, Corpi Europei di solidarietà, volontariato;

- Testimonianza di Mons. Saro Vella sdb ed Hery Rakotomalala in rappresentanza della diaspora

malgascia.

4° GIORNO

Mattina

Incontro con il mondo dell’imprenditoria italiana in Madagascar. Coinvolgere e incontrare gli

impresari italiani, attori di sviluppo diversi da associazioni, ONG o onlus; (Cosa possiamo fare

insieme? Come riuscire a coinvolgere i giovani delle associazioni?)

Pomeriggio Sintesi, ringraziamenti e chiusura dei lavori.

Sera Buffet

-festa “ITALIA” aperta a tutti gli italiani presenti sull’isola a diverso titolo.

5° GIORNO

- Possibilità di visite ai progetti della zona;

- Possibilità di visita di un parco o di una giornata in piroga tutti insieme;

- Partenze. Mostra fotografica che nasca da un concorso fotografico a tema. La mostra verrà

esposta al meeting. Stand di presentazione di ogni associazione. Ogni Associazione avrà cura di

curare un proprio piccolo spazio espositivo e informativo con libri, brochure e materiali vari.

 

Da invitare:

• Ambasciata Pretoria

• Consolato

• Delegazione UE

• Nunziatura apostolica

• AIM

• Camera di Commercio Italia-Madagascar

• Ministeri di riferimento dei vari progetti:

- Ministero della Popolazione

- Ministero della Salute

- Ministero dell’Educazione

- Ministero della formazione professionale

- Ministero dell’agricoltura

Costi:

Si cercheranno sponsor e contributi per il finanziamento dei costi previsti (potrebbero essere ad

esempio la Fondazione Charlemagne e al MAECI o ancora il CSVnet) . Dovremo anche cercare di

attivare una piattaforma di crowdfunding

PRESENZE : ASSOCIAZIONI min 15, max 35.     Persone min 20 Max 60.

I costi, preventivati in EURO 8.000, sono relativi a:

 

- alloggio ad Antananarivo

- trasferimenti per e da Fianarantsoa

- trasferimenti interni per le associazioni

- Alloggio a Fianarantsoa (Esf + Vozama + Università + Don Bosco)

- Trasfer invitati speciali

- Costi segreteria e organizzazione

- Costi noleggio sale e attrezzature

- Vitto e rinfreschi

- Noleggio pullmini

- Buffet finale