OBBLIGO, ENTRO 30 GIUGNO 2020, DI PUBBLICAZIONE SUI PROPRI SITI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

OBBLIGO, ENTRO 30 GIUGNO 2020, DI PUBBLICAZIONE SUI PROPRI SITI DEI CONTRIBUTI RICEVUTI DA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI – Legge 04 agosto 2017, n. 124, art. 1 commi 125 -128.
In base alla legge 124/2016 è stato previsto a partire dal 2019 un nuovo obbligo di rendicontazione per gli enti del terzo settore che ricevono contributi pubblici.
Alcune cose sono cambiate rispetto allo scorso anno.

Le associazioni, nonché tutti i soggetti che hanno assunto la qualifica di ONLUS, entro il 30 giugno 2020 sono tenuti a pubblicare un rendiconto sui contributi pubblici ricevuti, con la data di ricezione e la causale, redatto secondo il criterio per cassa, da pubblicare sul proprio sito web o sulla propria pagina facebook.
Sono da intendersi le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, ivi compreso il 5xmille e comunque vantaggi economici di qualunque genere ricevuti da pubbliche amministrazioni nell'anno precedente, ovvero a partire dal 1° gennaio 2019.
L'obbligo di pubblicazione non sussiste ove l'importo delle sovvenzioni ricevute dal soggetto beneficiario sia inferiore a 10.000 euro nel periodo considerato.
Sono compresi “sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, effettivamente erogati”.
Sono pertanto esclusi dall’obbligo gli incarichi retribuiti e in generale l’acquisto di eventuali beni e servizi, oppure eventuali risarcimenti danni.  
Sanzioni: a partire dall’1 gennaio 2020, è stata introdotta una sanzione amministrativa pecuniaria per coloro che violano l’obbligo di pubblicazione, pari all’1% degli importi ricevuti con un importo minimo di 2.000 €.