Dagli amici e le amiche di MAIS onlus di Roma, in ricordo del loro presidente, Pietro Carta.

<<Il 17 gennaio di quest’anno si è spento a Roma Pietro Carta, presidente dell’associazione MAIS Onlus. Lo ricordiamo a tutti i nostri soci perché Pietro, oltre che un importante esempio di impegno solidale consapevole, costante e discreto, è stato, attraverso l’organizzazione che ha presieduto per anni, un grande amico del popolo malgascio.
MAIS Onlus è infatti attiva in Madagascar con progetti importanti:
la Fattoria Tsinjo Lavitra (in italiano sguardo sul futuro), un progetto imprenditoriale agricolo messo a servizio dei contadini locali per creare un’occasione di reddito, e quindi di auto-sostentamento, e per la valorizzazione delle biodiversità e delle tradizioni contadine malgasce;
il Progetto Scuola, il sostegno a distanza mirato alla scolarizzazione dei giovani, dalla scuola primaria all’Università;
la Casa di accoglienza di Antsirabe, nata per dare ospitalità a bambini e ragazzi delle campagne, per permettere la frequentazione della scuola e per offrire sostegno nei casi di temporanea difficoltà delle famiglie.  
Ricorderemo sempre Pietro Carta per l’equilibrio e la mitezza con cui ha vissuto e con cui ha condotto l’associazione in questi anni e per la sua capacità di interpretare la solidarietà in maniera concreta e attiva, discreta e mai ostentata. Siamo orgogliosi di avere avuto il grande privilegio di avere fatto insieme un importante e significativo pezzo di strada nel percorso verso l’uguaglianza degli uomini e il riscatto dei più fragili. Il tuo esempio continuerà a guidare il nostro cammino >>

Lo ricordiamo anche noi, stringendoci agli amici di Mais e ai beneficiari dei loro progetti, soprattutto in Madagascar, per i quali Pietro aveva fatto tanto.