BANDO UNIONE EUROPEA “Supporto per migliorare la sicurezza alimentare, lo stato nutrizionale e la resilienza ai cambiamenti climatici nelle famiglie rurali nel Sud e nel Sud-Est del Madagascar”.

Programma di sostegno per il finanziamento dell'agricoltura e catene di valori inclusive nel Sud e nel Sud-Est del Madagascar (AFAFI).
E’ uscito da poco questo Bando UE EuropeAid il cui link è https://webgate.ec.europa.eu/europeaid/online-services/index.cfm?ADSSChck=1560445999233&do=publi...

E’ un bando a distribuzione territoriale limitata, ovvero può prevedere interventi solo nel Sud e solo in alcuni comuni, il cui elenco completo è descritto a pag. 17 delle Linee guida.
Ha scadenza 11 settembre 2019, è di durata minima quadriennale ed è aperto alle ong europee. I requisiti da possedere per la partecipazione sono molto molto alti; sarà quindi un ristretto numero di ong che hanno già maturato curricula ed esperienze nelle zone di intervento che potranno aggiudicarsi i lotti a bando.

Priorità del bando
Priorità 1 - Sostegno allo sviluppo di condizioni favorevoli al miglioramento della produzione agricola, in termini di resa e qualità dei prodotti, nell'area di intervento del programma
Questa priorità mira a contribuire allo sviluppo di condizioni più favorevoli per migliorare la produzione agricola (rendimento e qualità), in particolare attraverso la ricerca relativa allo sviluppo di varietà più adeguate ai bisogni. Questi includono:
- miglioramento del materiale vegetale;
- Aumento della produzione di materiale vegetale migliorato;
- diffusione di materiale vegetale migliorato;
- Capacity building nella ricerca e produzione di semi;
- miglioramento del materiale animale;
- La gestione di altri aspetti tecnici che determinano la produttività agricola.

Priorità 2 - Migliorare la sicurezza alimentare e lo stato nutrizionale delle famiglie rurali
Questa priorità mira a realizzare una serie di azioni secondo un approccio integrato "sicurezza alimentare-nutrizione" a livello di una selezione di suoli. Si tratta di garantire un lavoro di prossimità con le comunità del villaggio per sviluppare il loro terreno rispondendo al problema della malnutrizione e dell'insicurezza alimentare. L'approccio si basa sull'implementazione di una serie di attività che riguardano 4 aree di azione:
- Conoscenza e buone pratiche nutrizionali
- Diversificata disponibilità di cibo per garantire la sicurezza alimentare per tutti
- La salute dell'ambiente: accesso all'acqua potabile e all'igiene, consentendo un buon uso del cibo, sostegno all'igiene a livello familiare e a livello locale
- Salute sottolineando la salute dei gruppi a rischio: bambini sotto i 5 anni, donne incinte e donne che allattano.
L'istituzione di un centro di accoglienza per bambini e madri (CAEM) a livello di ciascun sito di intervento costituirà un elemento centrale dell'approccio di intervento. Le principali attività che verranno svolte riguardano in particolare:
- Azioni relative all'alimentazione: informazione, estensione, pianificazione familiare, educazione alla sensibilizzazione e nutrizione, produzione locale di farine con piccole attrezzature e produzione di composizioni alimentari da alimenti locali, monitoraggio di crescita, consulenza e referenziamento se necessario per l'assistenza, rafforzamento dei legami con i centri sanitari di base attraverso operatori sanitari della comunità e mobilitazione di terreni per gruppi vulnerabili come donne capifamiglia e giovani agricoltori.
- Azioni relative all'igiene: sensibilizzazione e educazione sulle pratiche igieniche.
- Azioni relative all'approvvigionamento di acqua potabile: attuazione dell'accesso alle strutture di acqua potabile nei siti selezionati nei 34 comuni interessati, al fine di attuare in buone condizioni le azioni relative all'alimentazione e all'alimentazione. igiene. A tale scopo, le infrastrutture saranno costruite dall'UCS e finanziate dalla stima del programma. L'identificazione dei lavori sarà effettuata in stretta collaborazione con i beneficiari delle borse nelle 4 aree di intervento. I beneficiari delle sovvenzioni - in collegamento con i comuni - sostengono gli utenti (organizzazione per l'uso e la manutenzione delle infrastrutture, collegamento con le azioni di nutrizione e igiene ...), per consentire il buon uso e la sostenibilità di queste infrastrutture.
- Azioni relative alla sicurezza alimentare: diffusione di materiale vegetale e animale migliorato, formazione sugli itinerari tecnici, miglioramento della copertura sanitaria e fitosanitaria, micro-drenaggio dell'acqua e dell'irrigazione agricola, disponibilità di input e piccole attrezzature agricole, IGA (orticoltura, piccole fattorie, piscicoltura, ecc.) e lo sviluppo di catene del valore, la conservazione e lo stoccaggio di semi e alimenti (collettivi e individuali), la strutturazione dei produttori.
- Varietà e tecniche meglio adattate ai cambiamenti climatici e che contribuiscono alla diversificazione della produzione saranno promosse nei settori dell'agricoltura, dell'allevamento e possibilmente nella pesca nelle acque interne.


Come si vede dalle specifiche del bando, la partecipazione è rivolta a grandi organizzazioni che dovranno sviluppare questi temi e queste catene nelle varie zone del Sud del Madagascar cui è rivolto il programma.

Se ci sono delle associazioni operanti in quelle zone, o se ci sono vostri partner (missioni, organizzazioni locali) potenzialmente interessati a essere coinvolti come beneficiari, potrebbe essere possibile far sapere all’elenco delle ong europee di dimensioni maggiori che parteciperanno al bando che potreste essere disponibili e interessati a essere convolti sia per quello che riguarda i CAEM (centri di accoglienza per bambini e madri sotto il profilo nutrizionale), sia per quanto riguarda la produzione agricola di vostri terreni, che potrebbero rientrare nel programma per essere migliorati (irrigazione, ecc,) e fare sperimentazioni di miglioramento produttivo su coltivazioni a destinazione collettiva e di utilità pubblica.

Siamo disponibili ad aiutarvi ad avere i contatti con le ong (francesi, tedesche, olandesi, inglesi) che presumibilmente parteciperanno al bando, oppure a scrivere noi stessi a loro per segnalare il vostro eventuale interesse.